Blog "Vite parallele"

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La biblioteca on line di Aused nasce dall’incontro tra due importanti e innovative realtà professionali e culturali.

AUSED è una quarantennale associazione (associazione utilizzatori sistemi e tecnologie dell’informazione) che si propone di sostenere i suoi soci (principalmente aziende utilizzatrici affiancate da aziende fornitrici e professionisti individuali in misura contenuta come da statuto) con attività continua di formazione e informazione associata a servizi professionali per la realtà dell’ICT aziendale.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La storia degli User-groups, i Network operativi che raccolgono utenti di sistemi e servizi informatici, è costellata di tappe e fasi che con alterna fortuna hanno comunque sempre scandito la ricerca del continuo miglioramento d’efficacia ed efficienza per l’utenza. 

Una definizione più puntuale potrebbe dire che essi: “ambiscono a mantenersi aggiornati nella tumultuosa evoluzione delle tecnologie che sottostanno, garantendo la continua migliore rispondenza ai bisogni degli utilizzatori siano essi Aziende che privati”.

Inizialmente i Network operativi si riunivano prevalentemente per mantenersi allineati con le Case Madri produttrici di Hardware, sistemi operativi e middleware prevalentemente “Proprietari”.

Famosi i casi del BUS (Bull User Society) e dei primi User-groups IBM.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

L’IoT è certo uno degli sviluppi dell’information technology più affascinanti, potenzialmente pervasivi e intrinsecamente meno sicuri di sempre.
E’ affascinante perché pensare che vi siano oggetti in grado di comunicare con altri oggetti e con noi è una frontiera che solo qualche tempo fa sembrava più fantascienza che altro. Oggi abbiamo lavatrici in grado di comunicare il loro stato alla casa madre e di organizzare l’uscita di un tecnico specializzato in caso di guasto in essere o semplicemente molto probabile sulla base di elaborazioni statistiche, sempre che si sia sottoscritto questo tipo di servizio. O frigoriferi che stabiliscono quando fare un ordine di cibo e ci dicono cosa buttare di scaduto.
I vantaggi offerti da questo approccio tecnologico sono spesso immediatamente evidenti a chiunque, mentre in altre implementazioni i vantaggi sono meno evidenti ma pur sempre indubbi.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Un’Amministrazione Comunale veramemte orientata ai servizi e ai fabbisogni per migliorare la vita dei Cittadini.

Cittadini con un senso civico e uno spirito sociale adeguato e che popolano Associazioni e Imprese del territorio con la stessa sensibilità.

Se tutto ciò si riesce a coniugare con la possibilità di un utilizzo delle tecnologie digitali (di rete e connettività in primis)  nella loro esplosiva evoluzione in atto, ecco allora preparato il “terreno” per la semina di un vero progetto di SMART CITY.

Si può iniziare migliorando l’efficienza dei servizi di consumo energetici (lampade a led, efficientazione dei consumi di acqua/luce/gas..) e da un corretto smaltimento dei rifiuti (minori sprechi e massimo riciclo).

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

E’ il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR, General Data Protection Regulation- Regolamento UE 2016/679).

Gli obiettivi principali della Commissione europea nel GDPR sono quelli di restituire ai cittadini il controllo dei propri dati personali e di semplificare il contesto normativo che riguarda gli affari internazionali unificando e rendendo omogenea la normativa privacy dentro l'UE.

Il testo, pubblicato su Gazzetta Ufficiale Europea il 4 maggio 2016 ed entrato in vigore il 25 maggio 2016, inizierà ad avere efficacia il 25 maggio 2018.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“La conoscenza sicura, istantanea e praticamente illimitata dei dati, l’immediata elaborazione degli stessi, la verifica delle più varie e complesse ipotesi, consentono oggi di raggiungere obiettivi teorici e pratici che fino a ieri sarebbe stato assurdo proporsi, e di dirigere e reggere con visione netta le attività più diverse….

Voglio iniziare con queste parole pronunciate da Adriano Olivetti l’8 novembre del 1959 in occasione della presentazione del Calcolatore Olivetti Elea 9003, primo calcolatore completamente a transistor, frutto del lavoro di un gruppo di ricerca italiano, voluto da Adriano Olivetti su sollecitazione del figlio Roberto. I calcolatori Elea 9000 erano stati progettati dal gruppo di ricerca che operava nella villa di Barbaricina (Pisa) guidato dall’Ing. Mario Tchou e formato da un gruppo di persone che hanno segnato lo sviluppo dell’informatica sia in Italia che negli Stati Uniti dove molti si sono trasferiti dopo la morte di Adriano Olivetti e di Mario Tchou nel 1960 e 1961 rispettivamente. La produzione industriale era fatta nella sede Olivetti di Borgolombardo, dove si era trasferito anche il gruppo di ricerca, e il primo calcolatore commerciale venne installato alla Marzotto di Valdagno nel 1959.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Che c'entra direte voi il titolo con i temi che vengono trattati tipicamente nei consessi Aused?
Oramai l'eta' non mi consente piu' di rientrare tra coloro i quali sono interessati ai temi degli esami di maturita'.
Eppure quest'anno le mie orecchie hanno captato durante un Tg accenno al fatto che una delle tracce vertesse sui temi "Nuove Tecnologie".
Cosi' sono andato cercare il testo completo della traccia del 2017.

"Robotica e futuro tra istruzione, ricerca e mondo del lavoro per l’ambito tecnico-scientifico con il testo “All’Indire un incontro sulla robotica educativa” di Fabiana Bertazzi e citazioni dal sito web della Scuola universitaria superiore Sant’Anna di Pisa. E come ultimo saggio nuove tecnologie e lavoro per il socio-economico con un articolo di Enrico Marro tratto dal Sole 24 Ore e dal titolo “Allarme Onu: i robot sostituiranno il 66% del lavoro umano".

Valutazione attuale: 2 / 5

Stella attivaStella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Oggi va tanto di moda il Visual Management per la gestione dei team: Kanban è una tecnica di lean production che viene di sovente usata per gestire il ciclo di vita del software.

kanban1.resized

かんばん (Kanban) è una parola giapponese che significa “cartello”: un cartello sul quale ogni membro del team rende noto su cosa sta lavorando e a che punto è arrivato.

La tecnica è molto semplice: un post-it per ogni azione in corso.
Ogni post-it risiede su una riga, che definisce chi lo ha in carico, e una colonna, che informa gli altri sullo stato di avanzamento.
Quando un’istanza (una mansione, un task) ha percorso la propria corsia fino all’ultima colonna, essa ha finito il proprio ciclo di vita ed è conclusa.

Tags:
"Vite parallele" - Il Blog di AUSED © 2017 AUSED - All Rights Reserved - Partita IVA 02780950966

Search