Blog "Vite parallele"

Siamo tutti smanettoni........

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Screenshot 2017 06 01 12 59 24

Cerchiamo di fare un po’ d’ordine in quello che sta ormai diventando un luogo comune.

Alzi la mano chi non si è sentito un po’ “supertecnologo” quando, manovrando tra le icone delle App del proprio strumento smart, riuscendo a realizzare qualche insperato successo, si è sentito una vocina sussurrargli “caspita….. ma chi ti ferma più….”

Oggi in effetti stiamo vivendo una fase in cui l’utilizzo di massa di questi strumenti apre la mente degli utilizzatori che quindi interagiscono più efficacemente con la progettazione delle applicazioni sino a diventarne componente creativa.

La disponibiità e collaborazione dell’utilizzatore finale dello strumento smart indirizza al meglio il lavoro di chi sta alle spalle ed opera nella ideazione e programmazione dei Siti, delle Intranet e delle App mobile, nonché sui processi dei giacimenti dei dati e dei data-base.

Ma vediamo brevemente come si è arrivati a questa evoluzione nell’informatizzazione del business e dei rapporti tra utente e uomini dei sistemi informativi.

Con le prime applicazioni meccanizzate, quando regnava il ‘primato tecnologico’, le cose erano ben diverse e la preponderanza degli aspetti tecnici di un progetto, soprattutto se rivolti alle prime problematiche di meccanizzazione di base metodologicamente già ben strutturate (fatturazione, contabilità, ecc…), non implicava l’apporto specifico dell’utente. Anzi, nell’ottica del contesto interno aziendale di quel periodo (caratterizzato dal rapporto fra ‘erogatore’ e utente) il ruolo del servizio informativo esercitava una vera e propria  azione di monopolio sull’utenza. In pratica era come se l’erogatore informatico tendesse ad assumere il doppio ruolo di cliente e fornitore, cioè come se parlasse a se stesso.

Successivamente i ruoli sono evoluti. Dal rapporto tra ‘erogatore monopolista’ e utente si è passati a quelli, prima tra ‘erogatore di servizio’ e ‘utilizzatore’ e poi‘fornitore interno di servizio’; ‘cliente interno del servizio’.

Superate le fasi dell’alfabetizzazione informatica, il cliente ha rovesciato il paradigma imponendosi sempre più, verso il fornitore, come vera e propria figura trainante, capace di indirizzarne in  pieno l’evoluzione.

In questo contesto, già di per sé orientato al cliente, ora il cliente tende ad essere anche parte integrante del processo creativo complessivo.

Un vero Key users moderno dei nostri tempi co-progettista e “smanettatore” evoluto.

Profilo e Articoli dell'autore
Gilberto Fucili

"Vite parallele" - Il Blog di AUSED © 2017 AUSED - All Rights Reserved - Partita IVA 02780950966

Search

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie

Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

I Cookie sono necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Ci sono diversi tipi di Cookie, ognuno di essi segue il comportamento degli utenti per rendere l’esperienza complessiva più veloce, più facile e più efficiente. I cookie non possono danneggiare il tuo computer e non contengono informazioni personali o riservate. La maggioranza dei browser web accetta i cookie. Tuttavia si ha la possibilità di rifiutare i cookies modificando le impostazioni del tuo browser. NOTA BENE: se si fa questo si rischia di perdere alcune delle funzionalità di questo sito web.
Maggiori informazioni alla nostra pagina Privacy e Cookie Policy