Blog "Vite parallele"

Big Data e Analytics divoreranno il mondo…

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Qualche anno fa, un imprenditore, un certo  Marc Andreessen aveva affermato che il software avrebbe divorato il mondo. In effetti siamo sommersi da programmi e App che, favoriti dalla connessione perenne di tutte le apparecchiature elettroniche,  continuano a rubarci dati.

Sono questi i famosi Big Data che saranno analizzati in vari modi e con varie intenzioni, ma lo scopo più immanente, perché tocca da vicino tutti i cittadini, è l’analisi per l’utilizzo a fini di Marketing.

A monte di ciò, è stata fatta una appropriatissima legge per l’utilizzo dei cookie, legge che non fa altro che “liberalizzarne l’uso”, infatti tutti i siti hanno l’obbligo di spiegare che usano i cookie e di chiedere il consenso, ma basta che si continui a navigare sul sito perché il consenso diventi automatico. Non voglio sottolineare l’intelligenza di questa legge perché penso che capirlo sia automatico per tutti… la definisco solamente una legge ad commercium!

Perché però diciamo che saremo divorati dal software?

Perché non avremo più scampo!

Ad esempio, andiamo sul sito di Amazon a cercare un articolo che non sappiamo in quale categoria possa essere inserito, vaghiamo attraverso le pagine e incontriamo tanti articoli che solleticano la nostra curiosità, guardandoli, ma non avendo trovato ciò che ci serve, chiudiamo e andiamo per altri lidi.

Bene, da quel momento, in qualunque sito entreremo, ci troveremo la pubblicità con le foto degli articoli che abbiamo guardato, ma che non ci interessano affatto.

Il tentativo non è sbagliato, anche se inutile, ma non è possibile capire le intenzioni del potenziale cliente.

Però c’è anche di peggio; e lo spiego con un esempio reale di questi giorni.

Volevo portare il mio nipotino dodicenne che, trasferitosi in Portogallo è venuto a Milano in vacanza, a vedere il Cenacolo Vinciano che non aveva mai visto. Cerco di prenotare in più siti dedicati, ma non c’è alcuna disponibilità; affranto, mi riverso su Facebook e, non certo per caso, ma a causa della mia ricerca precedente, mi ritrovo la pubblicità di un Tour che oltre al Cenacolo ti porta in giro a piedi per Milano per tutto il pomeriggio. Costa un po’ tanto, ma ci sono i tre posti che ci servono, così li compro.

Da quel momento la pubblicità del Tour mi perseguita, e sono trascorsi già quindici giorni... Nessuno ha capito che avendo fatto il Tour, non sono certamente più interessato a farne ancora?

Sarebbe questa la capacità dei vari programmi che analizzano i Big Data?

Ecco perché saremo tutti divorati dai Big Data...

Profilo e Articoli dell'autore
Guido Miserandino

"Vite parallele" - Il Blog di AUSED © 2018 AUSED - All Rights Reserved - Partita IVA 02780950966

Search