Blog "Vite parallele"

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Fonseca AnnaE’ abbastanza normale che tra simili il comportamento si uniformi. Nel celebre esperimento dei metronomi discordanti (valido anche con gli orologi a pendolo!), vengono posti trentadue metronomi su un tavolo, uno accanto all’altro, e dopo circa un minuto e mezzo. questi cominciano a sintonizzarsi fra loro e a produrre un unico sincronizzato tic tac Lo chiamano effetto risonanza. Anche gli esseri umani si sincronizzano quando condividono lo stesso ambiente.

Il fenomeno alla base della risonanza tra gli esseri umani è supportato dall’esistenza dei neuroni a specchio (Rizzolatti, Gallese, Fogassi 1996) , una piccola popolazione di neuroni localizzati nella zona frontale e parietale del nostro cervello. Recenti studi collocano i mirror neurons alla base dell’empatia. Ed è proprio di empatia che ti sto parlando. Quando le persone condividono uno spazio comune, cominciano ad assumere comportamenti simili, uno di questi comportamenti è il modo di comunicare. Il linguaggio è il comportamento peculiare della specie umana.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Da anni, dal 2001 per la precisione, corro…corro sempre…corro appena posso!

Ma non intendo solo il tipico stress del responsabile dei sistemi..non intendo quel tipo di corsa figurativo…intendo correre nel suo pieno significato. Sono un runner.

Negli anni e soprattutto in questi ultimi mesi è diventato quasi incredibile il constatare che essere un runner contraddistingue moltissimi miei colleghi. Sembra quasi che chi si occupa di IT, nei suoi svariati livelli di responsabilità, abbini questa professione alla passione per il running.

Che ci sia qualche combinazione genetica che ci contraddistingue? La domanda appare quantomeno plausibile.

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Verrini AEravamo nella seconda metà degli anni ’80 e la produzione dei giornali quotidiani prevedeva ancora molte fasi assolutamente manuali. Esistevano ancora giornali, se pure rarissimi, con la tipografia che lavorava in piombo (n.d.a.: composizione dei testi fatta con i caratteri in piombo). La chiusura presentava problemi di non facile soluzione organizzativa: era infatti molto spesso necessario tagliare gli articoli per impaginarli sui tavoli luminosi direttamente in tipografia in fase di chiusura del giornale. Questa attività era molto spesso svolta dai tipografi stessi. Una soluzione era avere un giornalista (n.d.a.: il giornalista di chiusura) che rimanesse a disposizione in tipografia per tagliare i testi al fine di impaginarli nello spazio riservato ai singoli articoli nel menabò (n.d.a.: disegno della struttura della pagina nella quale sono definiti gli spazi riservati ai vari componenti la pagina stessa) progettato a livello di riunione di redazione del mattino.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Sempre forza JuveIl termine ed il concetto di etica nell’ambito delle tecnologie digitali è spesso ricorrente. Gia da tempo, infatti, il binomio etica – digitale spesso è oggetto di approfondimenti e di discussioni. E che il contesto tradizionale di riferimento sia da tempo in evoluzione se non in rivoluzione…non c’è alcun dubbio.

Se poi lo osserviamo dal nuovo punto di vista della rapida e “disruptive” evoluzione digitale legata ai nuovi mega trend e dal mix tecnologico alla base di tutto quanto oggi va sotto il tag di 4.0…il tema diventa ancor più caldo.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Provini Andrea 150x150Qualche settimana fa mi sono ritrovato, come ormai abitudine negli ultimi 4 anni, con diversi colleghi CIO e non solo all’annuale summit di SAP a Cernobbio.

Certamente è un momento di condivisione della visione di SAP sia in termini di tecnologie che di soluzioni. Questo anno molta se non tutta l’attenzione è stata dedicata all’intelligenza artificiale ed al machine learning. Argomenti interessanti che sono stati declinati sia da un punto di vista teorico che pratico, arrivando fino a vedere come SAP, tra gli altri, è ormai in grado non solo di supportare questi ambiti con le opportune tecnologie, ma anzi è pronta per il lancio di nuove soluzioni. Che mi sono apparse non dico già mature, ma sicuramente non ad uno stadio iniziale.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ah, i social!
Strumenti di comunicazione e veicolazione di pensieri, notizie, advertising e dati vari. Spesso riferiti alla sfera del privato.
Strumenti dibattuti per quanto possono inserirsi nella vita dei singoli, con esiti a volte deprecabili sulla vita degli utenti.
Strumenti comunque molto potenti e pervasivi.
Giusto ieri l'ultima società comparsa nell'ormai vastissimo mondo dei social, Snapchat, ha avviato la sua quotazione a Wall Street.
La valorizzazione? $33 miliardi (fonte ilSole24Ore).
Il valore delle azioni? L' IPO è salito del 44% in una giornata.
Mentre scrivo presumo ci sia stato un rimbalzo dopo che qualche speculatore avrà attuato la tecnica del “mordi e fuggi”, ma non ci giurerei.

La domanda che mi è sorta spontanea dopo queste notizie è semplice e forse anche un po' banale: ma li vale tutti questi soldi una azienda che fa una app per condividere foto e video?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Gennaio 2017... il mio ESTA scade, come ogni due anni.

Ecco quindi che mi devo ripresentare al sito del Governo americano per compilare la richiesta di rinnovo. Ormai sono 6 anni che con costanza volo negli USA per lavoro e quindi sono al terzo rinnovo.
Ogni anno molte le novità, miglioramenti ergonomici, domande più articolate e informazioni più dettagliate da fornire.

Questo anno tuttavia mi sono sorpreso per come tutto il processo sia cambiato e sopratutto per la prima volta mi sono stati chiesti, ufficialmente, i link alle mie pagine social.

Che uno decida di inserirle volontariamente o che non le inserisca, questa richiesta evidenzia che chi fara' i controlli su di noi utilizzerà, come parametri di giudizio, anche il nostro comportamento "social". Senza alcun dubbio.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

E’ metà gennaio e grazie ad un incontro di Ambrosetti ho l’opportunità di conoscere Pablos Holman, noto hacker e CEO di un fondo di investimento sulle innovazioni della Silicon Valley.

Non avevo mai conosciuto un hacker di persona, almeno consapevolmente, e l’esperienza è stata molto interessante. Ancor più interessante capire che hacker non è sinonimo di “malandrino” ma bensì di persona curiosa che non riesce ad attenersi alle istruzioni per l’uso.

Da qui la liason tra hacker e innovazione. Lo spirito dell’innovatore infatti è simile per molti aspetti allo spirito di ricerca dell’Hacker, di chi ha l’ambizione di scoprire cosa possa celarsi dentro un sistema, un oggetto, qualunque cosa che venga utilizzata in modalità non convenzionali, accedendo a spazi, porte non previste da chi ne ha pensato la finalità iniziale.

"Vite parallele" - Il Blog di AUSED © 2018 AUSED - All Rights Reserved - Partita IVA 02780950966

Search